RADIO

Scambio banner

CALENDARIO

aprile: 2012
L M M G V S D
« mar   mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

“Benvenuti in Italia”. Valsusa Filmfest 2012

 

Valsusa Filmfest – XVI Edizione | 2012

giovedì 26 aprile 2012

eventi a Oulx e Condove  |  Ingressi gratuiti

ore 11,30  Liceo Des Ambrois – OULX
Proiezione di “Benvenuti in Italia”
 Evento per gli allievi del Liceo organizzato in collaborazione con la Rete del Caffè Sospeso

ore 21.00 Cinema comunale, Piazza del Municipio – CONDOVE
per la Rassegna Cinematografica  “Terre Contese”
proiezione in prima assoluta di
Confini contesi. La frontiera delle Alpi occidentali 1940 – 1947”
nuovo documentario dell’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza che verrà presentato anche il 27 aprile al Museo Diffuso della Resistenza di Torino

 

 

————————————

La giornata del 26 aprile si aprirà con un nuovo evento dedicato ai giovani studenti della Valle, il secondo organizzato al Liceo Des Ambrois di Oulx, in cui verrà proiettato il documentario “Benvenuti in Italia”. Il Valsusa Filmfest, che da sempre riserva attenzione e spazio al mondo della scuola, quest’anno ha deciso di puntare in maniera ancora più decisa sugli studenti organizzando un numero di eventi a loro dedicati più numeroso del solito e dando la possibilità agli allievi del Liceo di Oulx di vedere e votare (lo scorso 17 aprile) le opere selezionate per la parte finale della sezione di concorso Documentari, e di dare così il loro contributo alla determinazione finale dei vincitori.

 

“Benvenuti in Italia”

Italia 2012 – Durata: 60′ – Paese di produzione: Italia
Regia: Aluk Amiri, Hamed Dera, Hevi Dilara, Zakaria Mohamed Ali, Dagmawi Yimer

Montaggio: Aline Hervé, Lizi Gelber – Musica: Saba Anglana

Produzione: Archivio delle memorie migranti (AMM)

Sinossi: Aluk Amiri, rifugiato afghano giunto in Italia all’età di quindici anni, racconta i tormenti del giovane Nasir, suo alter ego, nel giorno del suo diciottesimo compleanno in una casa famiglia di Venezia. Zakaria Mohamed Ali, costretto a lasciare Mogadiscio dopo l’omicidio del suo maestro di giornalismo e di altri colleghi, dà voce ai sogni di gloria di Dadir, campione di calcio affermato nel suo paese e oggi costretto a viaggiare senza biglietto da Milano a Roma per giocare con la ‘nazionale somala di Roma’. Hevi Dilara, rifugiata curda, racconta lo spaesamento di una giovane famiglia appena sbarcata in un centro di prima accoglienza di Ercolano. Il burkinabé Hamed Dera riprende l’attività e gli ospiti della pensione “chez Margherita”, punto di riferimento della comunità burkinabé a Napoli, prima della sua imminente chiusura. Il filmmaker e rifugiato etiope Dagmawi Yimer segue il mediatore culturale e attore senegalese Mohamed Ba mentre rievoca quando, in una bella giornata di sole, uno sconosciuto decide di accoltellarlo davanti alla fermata dell’autobus.

————————-

Tra le proiezioni fuori concorso il Filmfest quest’anno propone la Rassegna “Terre Contese”, un mini cartellone di 4 film nel cinema di Condove che consentono un’ulteriore riflessione sul tema principale del festival e che inizierà il 26 aprile alle 21 al Cinema di Condove con la proiezione in prima assoluta di “Confini contesi. La frontiera delle Alpi occidentali 1940 – 1947”, il nuovo documentario dell’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza.

Gli altri tre appuntamenti della rassegna sono: il 3 maggio proiezione di “Io sono lì” di Andrea Segre, il 10 maggio “This is my land… Hebron” di Giulia Amati e Stephen Natanson e il 17 maggio “No Man’s Land” di Danis Tanovic.

 

“Confini contesi. La frontiera delle Alpi occidentali 1940 – 1947”

Nuovo documentario dell’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza

Regia di Alberto Signetto

Ricerca storica preparatoria condotta da Corrado Borsa

Ricerca di documenti d’epoca a cura di Melina Bracco.

Fotografia e montaggio di Andrea Spinelli.

Il film è stato realizzato con il sostegno del Comitato Resistenza, Costituzione, Democrazia della Provincia di Torino. L’opera ripercorre le tappe salienti di sette anni, dal giugno del 1940, quando la regione alpina occidentale, che costituisce da sempre una realtà culturalmente ed economicamente omogenea, viene investita dalla guerra voluta da Mussolini, fino alla firma della pace fra la Francia e la neonata repubblica italiana nel 1947. Si toccano le vicende dell’occupazione italiana in Francia, dell’occupazione tedesca delle valli italiane e francesi dopo l’8 settembre, della lotta di Resistenza, che si mostrerà capace di ricucire nella cooperazione fra partigiani italiani e francesi lo strappo doloroso determinato dall’aggressione dell’Italia di Mussolini alla Francia, per arrivare alla fine della guerra e alla liberazione dal nazifascismo, che non impediranno però, ancora una volta, l’emergere di logiche di divisione e di questioni di confine fra stati.

Nel film si utilizzano testimonianze video registrate di protagonisti, come i partigiani Cesare Alvazzi del Frate, Ettore Serafino, Romualdo Siccardi, interviste appositamente realizzate ad alcuni storici, Giorgio Rochat, Gianni Perona, Alberto Turinetti di Priero, e un’ampia documentazione d’epoca, immagini cinematografiche, fotografie, carte e mappe, manifesti, documenti militari, partigiani e civili, e riprese video di vari luoghi chiave.

 
Dopo la proiezione al Valsusa Filmfest, il film viene presentato anche  il 27 aprile 2012 alle ore 17 a Torino, nella sala proiezioni del Museo Diffuso della Resistenza, corso Valdocco 4/A, con interventi degli autori, degli storici Giorgio Rochat, Gianni Perona e Alberto Turinetti di Priero e il saluto del presidente del Comitato Resistenza, Costituzione, Democrazia della Provincia di Torino.

 

 

Addetto Stampa: Gigi Piga – cell. 3480420650 – Email.  ufficiostampa@valsusafilmfest.it

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>