THE VAD VUC – Skauntry Irish Folk (Svizzera)

Venerdì 15 ottobre 2011 ore 22.00
Luogo: CIRCOLO ARCI RB MUSIC - Viale dei Mareschi 16 (zona industriale), Avigliana (TO)
ConcertoTHE VAD VUC - Skauntry Irish Folk (Svizzera)
“Una delle migliori realtà del panorama musicale svizzero,
i Vad Vuc ci propongo uno skauntry irish folk dal gusto inconfondibile,
una carrellata di ordinarie storie straordinarie (o viceversa) e personaggi, solo apparentemente secondari,  che passano, sì, ma che lasciano il segno”

Skauntry Irish Folk – Svizzera

Band folk rock svizzera di 8 elementi, dal 2003 ha collezionato 6 album ed oltre 300 concerti, in cui i Vad Vuc hanno aperto le performances di artisti d’eccezione come Ska-P, Misfits, No Use For A Name, Gotthard, Paul Di Anno (ex Iron Maiden), Mercanti di Liquore, Modena City Ramblers, Yo Yo Mundi, Massimo Bubola, Davide Van De Sfroos, Simone Cristicchi, Frankie Hi-NRG, La Crus, Bandabardò, Folkabbestia, Après la Classe, Gang e tanti altri.

http://www.vadvuc.ch

THE VAD VUC nascono nel dicembre del 2000 ed in poco tempo il loro skauntry irish folk si insinua in ogni angolo del Canton Ticino raccogliendo, fin da subito, uno straordinario consenso di pubblico, che si riassume con i tanti riconoscimenti e premi ricevuti, in quei primi anni a livello regionale, ed in seguito anche oltre confine: l’ultimo album, LA PARATA DEI SECONDI, è stato inserito tra le “Le scelte del Corriere” – Corriere della Sera – nell’edizione del 01.05.2010. Il brano “La grazia di un fiore” è stato inserito, dalla mitica Brigata Lolli (http://www.bielle.org/2010​/PrimiAscolti/Rece_VadVuc.​htm) tra le 20 canzoni italiane più belle del 2010, mentre la canzone “Caro Dottore” (http://www.youtube.com/wat​ch?v=4hdhFIrocX8) fa parte delle 40 finaliste di Italian Music Festival 8 insieme a brani di Fiorella Mannoia, Ivano Fossati, Capossela, Yo Yo Mundi e Simone Cristicchi.

LA PARATA DEI SECONDI (2009)
Alla realizzazione de “La parata dei secondi” hanno preso parte anche alcuni grandi musicisti. Tra questi, su tutti, il violinista dei The Waterboys STEVE WICKHAM. Considerato da molti come il più grande violinista rock della storia, oltre ad aver composto “Fisherman’s Blues”, ha suonato e collaborato con artisti quali Bob Dylan e U2 (suo, ad esempio, il violino in “Sunday Bloody Sunday”). Presenti alla parata anche: gli YO YO MUNDI, una delle più ispirate realtà del panorama musicale folk rock della musica d’autore italiana, che hanno all’attivo collaborazioni con, per citarne alcuni, Giorgio Gaber ed Ivano Fossati; MARINO SEVERINI, voce storica dei The Gang; gli GNU QUARTET, frizzante ensemble genovese costantemente impegnato con artisti del calibro di Gino Paoli, Simone Cristicchi, Afterhours e Niccolò Fabi; e tanti, tanti altri ospiti. Per quanto riguarda i testi, continua la collaborazione con il poeta ticinese Silvano Chiesa, autore di “E sparissan par sempru” e di “Quasi véll da barch”, primo ed ultimo brano del disco. Da segnalare inoltre la presenza di “Un aviatore irlandese prevede la sua morte”, prima traduzione in dialetto del celebre poema “An Irish Airman Forsees His Death” di W.B. Yeats.

The Vad Vuc sono:
Cerno – Voce, Chitarra, Mandola, Mandolino
Büti – Fisarmonica, Tromba, Piano
Sebalter – Violino, Mandola, Mandolino
Q – Sax, Flauti, Cori
Seba – Trombone, Bombardino, Cucchiai
Boss – Susafono, Piano, Basso
Jacky – Basso, Banjo, Cori
Miske – Batteria, Percussioni

Let us talk about
Name and Mail are required
Join the discuss